settembre 11, 2012

Recensione: The Sky is Everywhere

In questi due mesi di belle letture questo libro che vi andrò a recensire ora, vi assicuro, è il più intenso tra tutti. Uno Young Adult pieno d'amore, di dolore e di solitudine che mi ha colpita positivamente in modo tale che non mi dimenticherò così facilmente di Lennon e della sua - così simile alla mia - storia. 


Autore: Jandy Nelson

Titolo: The Sky is Everywhere

Editore: Fazi

Pubblicazione: 2011, Maggio 26

Serie: stand-alone

Readership: Young Adult

Genere: romance, contemporaneo

Rating: ★★★★★


Commovente celebrazione dell'amore e ritratto di una perdita, la lotta di Lennie per trovare la propria melodia all'interno del frastuono che la circonda suona con una nitidezza e un'onestà indimenticabili. 
La diciassettene Lennie Walker è praticamente perfetta: ama i libri, suona il clarinetto nella banda della scuola, e trascorre gran parte del suo tempo felicemente riparata dall'ombra della volitiva sorella maggiore, Bailey.
Ma quando Bailey muore, d'improvviso, Lennie si ritrova catapultata al centro del palcoscenico della sua vita. E a dispetto della sua inesistente esperienza con l'altro sesso, si troverà a barcamenarsi tra le attenzioni di ben due ragazzi. Toby è l'ex fidanzato di Bailey: il suo dolore fa da eco a quello di Lennie. Joe, invece, si è da poco trasferito in città, dopo un'infanzia trascorsa a Parigi, e il suo magico sorriso sembra essere eguagliato solo dal suo straordinario talento musicale. 
Per Lennie, Toby e Joe sono come il sole e la luna: se uno è capace di spazzar via il dolore, l'altro le offre conforto dentro di esso. Eppure, proprio come le loro controparti celesti, i due ragazzi non possono trovarsi l'uno nell'orbita dell'altro senza che il mondo esploda.

Recensione

Inizialmente non avevo voglia di leggere The sky is everywhere perché ho un rapporto un po' particolare con il dolore e la sua assimilazione. Nella vita ho dovuto combattere ed affrontarlo ma non sono riuscita mai a convivere con esso nonostante sia sempre dentro di me, nonostante faccia ormai parte di me. 

Quando ho letto la frase che vi ho scritto sopra - non la citazione del Los Angeles Times -  qualcosa è cambiato in me, ho capito ciò che non riuscivo a capire fino a poco tempo prima e così ho richiesto il romanzo alla Fazi - che ringrazio per la velocità. 
L'ho divorato in un giorno ma mi ha colpita nel giro di.. due capitoli. Trabocca di sentimenti contrastanti come l'amore e il dolore, la perdita e la felicità, la solitudine e lo stare insieme. Sono entrata subito in sintonia con Joe e la sua musica, con la nonna e i suoi fiori ma specialmente con Lennon e il suo dolore. 
Riuscivo a capirla benissimo e, alcune volte, mi ci sono ritrovata. 
Lennon è una ragazza simpatica e piena d'energia che c'introduce immediatamente nel suo mondo tutto musica e libri. Ci fa conoscere il posto in cui vive - una casa profumata di fiori e d'allegria - e le persone con cui ha a che fare - nonna Walker e zio Big, due tipi parecchio strani ma alquanto simpatici; l'unica famiglia che la ragazza possiede. 
Non ha un padre e sua - se così si può definire - madre l'ha abbandonata quand'era ancora troppo piccola per ricordare. 
Ma per Lennie nulla ha importanza, la vita è serena e bella finché accanto a lei c'è la sua ancora di salvezza, la sua colonna portante, il suo pilastro, qualcuno dietro cui nascondersi: sua sorella maggiore Bailey. 
Bailey che vive una vita piena di sogni e di speranza con una forza di volontà e un'appassionante coraggio è come un idolo da seguire.
Ma quando un giorno "Bails" - così soprannominata da Lennie - muore improvvisamente, lascerà nel profondo dell'anima della nostra protagonista un vuoto incolmabile, una stretta tanto forte da far male. Avrà il cuore a pezzi e nulla ruiscirà a distrarla - come un tempo facevano i personaggi ottocenteschi dei suoi libri e la musica del suo clarinetto - da quella consapevolezza che sua sorella non c'è più. Che sua sorella è stata strappata dalla vita esattamente come si fa con un fiore. 
Si ritroverà quindi faccia a faccia col mondo in una stanza - chiamata "il santissimo ventre della zucca" per le sue pareti arancioni - dai mille ricordi e che grida 'solitudine'. 
L'unica persona che sembra capirla è il fidanzato di Bailey, Toby. Un ragazzo distrutto ed affranto come lei con cui nascerà inaspettatamente un rapporto - non d'amore - ma di ricordo. Perché quello che entrambi vogliono è riportare in vita la persona, che entrambi sanno benissimo, non ritornerà più. 

Ma se pensavate che un triangolo amoroso fosse inappropriato e del tutto stonato in una storia malinconica e triste come questa non conoscete l'autrice e le cose che riesce a scrivere. Colui che sanerà i cuori della famiglia Walker è un ragazzo francese ed americano dal cuore grande e dalle mille risorse: Joe Fontaine. Con la sua abilità musicale e le sue sventolate di ciglia porterà la rinascita nelle vite di Lennie - "John Lennon" come la soprannomina Joe stesso -, della nonna e dello zio. E i sorrisi sulle labbra amareggiate e scosse di tutti e tre. 

Ma se la storia appena nata con Joe la farà sentire viva, i suoi incontri con Toby la riporteranno bruscamente e prepotentemente nel suo mondo, in cui quella consapevolezza è ancora molto viva in lei. 
Man mano che andremo avanti con le scoperte l'intensità di questo romanzo aumenterà notevolmente creando un'insieme di emozioni strazianti ed incancellabili che albergheranno in noi anche dopo aver concluso il libro. 
Segreti e lacrime ci sorprenderanno e ci cattureranno facendoci innamorare di Joe di quest'incredibile storia pagina dopo pagina.
The sky is everywhere è il primo romanzo dell'autrice che, prima di diventare tale, era una poetessa. Ed è proprio grazie alla sua esperienza in quel campo che riesce a farci immergere - nel vero senso della parola - nelle sue ambientazioni romantiche e a descrivere i sentimenti così tanto bene da renderli palpabili.
Come ho detto prima, alcune volte, mi ritrovavo pienamente in ciò che Lennie stava pensando e passando. 
Conosco bene , fin troppo, le sensazioni che una perdita provoca all'interno di una persona, maschio o femmina, giovane o vecchio, bianco o nero esso sia. 
La mente è confusa e cerca un conforto detto a gran voce solo dalla persona che manca profondamente. Il cuore sembra essersi dileguato e il corpo sente il bisogno di un abbraccio da parte di una persona che ormai non c'è più e che non ti può dare. 
Il rimpianto, il senso di colpa, il terrore, la solitudine. 
E ancora la spossatezza, la malinconia, il ricordo, la consapevolezza. 

Questo romanzo racconta la storia di una perdita e del dolore che si prova ma anche delle emozioni che si provano una volta riusciti a convivere con esso, ad accettarlo.

Tra dolore ed amore, Jandy Nelson, ci presenta il suo romanzo dalle mille sfaccettature.

15 commenti:

  1. Mi ha sempre incuriosito questo romanzo, ma non gli ho ancora dedicato del tempo..ora, dopo aver letto la tua recensione, mi sa che è ora di farlo :)

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione, Ronnie. :')
    Io l'ho richiesto ma dopo l'entusiasmo dell'attesa, la voglia di leggerlo (complice anche il caldo) è un po' scemata.
    Ma ora, dopo aver letto la tua recensione, è tornata. Penso proprio sarà una delle mie prossime letture!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie mille, Matt! Sì mi ricordo che l'avevi richiesto ed è grazie a te che l'ho richiesto anch'io ah-ah :)
      Spero lo leggerai presto e mi farai sapere cosa ne pensi,
      un bacio anche a te :*

      Elimina
  3. Guarda, non hai motivo di scusarti per gli eventuali errori presenti nei tuoi scritti (sì, premo sempre su questo argomento): scrivi molto meglio di certi rewiever italiani. Capisco che per te sia difficile, ma sei comunque brava. E questa è una bella recensione, che sa far accrescere la curiosità nei confronti dell'opera in esame. :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Ronnie.
    Lessi, anzi divorai, The sky is everywhere non appena uscì e non posso che essere super d'accordo con te.
    Baci,
    Iran

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Iran non sono ancora riuscita a trovare una recensione negativa di questo romanzo ahah :)

      Elimina
  5. Libro che non vedo l'ora di leggere, proprio per questo non ho voluto leggere la tua recensione, per non farmi influenzare... ma appena l'avrò letto tornerò a vedere la tue recensione!
    P.s. Anche io non ho ancora trovato una recensione negativa di "The sky is everywhere"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo leggerai ti renderai conto che è impossibile dare un giudizio negativo ma non aggiungo altro per non influenzarti! :)
      Era da tanto che non passavi Clody, si sentiva la tua mancanza.. ^^

      Elimina
  6. Mi hai assolutamente convinto :D in wishlist di diritto! Bellissima recensione... e per quanto riguarda il dolore guarda ti capisco... ho solo 21 anni ma ne ho passate davvero tante... diciamo troppe! Eppure fa parte della vita e in un modo o nell'altro dovremo accettarlo anche se spesso non ci riusciamo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Deni e lo dici a me? Anch'io ne ho passate troppe, so fin troppo bene come ci si sente ad affrontarlo e a cercare di accettarlo..
      Grazie per i complimenti e spero lo leggerai presto perch* merita precchio! :)

      Elimina
    2. Ne ho chiesto una copia alla Fazi proprio ora!
      Io comunque dopo tanto tempo sono arrivata alla conclusione che è proprio vero che quello che non uccide, fortifica :')

      Elimina
  7. Ehi Ronnie. (:
    Primo commento sul tuo blog e lo faccio a questa recensione! The sky is everywhere è nella mia whislist già da un pò di tempo e ogni volta che ne leggo una recensione mi viene sempre più voglia di leggerlo (la tua poi è bellissima e toccante *-*).
    Non ho molta esperienza con il dolore che si prova quando si perde qualcuno di caro quindi mentirei se dicessi di capirti o capire tutti coloro che ci sono passati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica
      ed io dopo tanto tempo ti rispondo LOL
      The sky is everywhere è un romanzo perfetto per chi conosce il dolore ma anche per chi non lo conosce affatto.
      Te lo consiglio caldamente :)

      Elimina

Mi fa piacere leggere i vostri pensieri, let the freedom free!